Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







venerdì 11 luglio 2008

mai negare la luce


da dovunque provenga
ovunque vada
portandoci con sè anche nell'ombra
mai negare la luce
che scende nella nostra esistenza
come l'alba della creazione nella notte del silenzio
solo perché
non percorre sentieri che conosciamo
e svela con il suo passare
ciò che non credevamo
o volevamo credere esistesse
dentro di noi
per noi

mai negare la luce
nemmeno il buio lo fa

1 commento:

tal ha detto...

in punta di piedi passeggio sul tappeto nevoso che coprendo i miei passi al bosco conduce, le anime danzano in questa foresta si trovan alfine sorelle e mai viste che la danza dia svelta o lenta non conta conta l'anima che giosa è di questo lieto incontro.E' una rarità per me entrare in un luogo così bello d'armonia e rispetto ogni passo mosso lo sento similmente risuonare ed mi spiace che da tempo il silenzio è calatoe vorrei lo stesso sperare di poterti conoscere per poter chissà forse una sorella rincontrare.ciao e grazie per la bellezza del tuo blog