Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







mercoledì 3 settembre 2008

autunno, tempo di riflessione



Così come la stagione declina dolcemente verso l'autunno, perché inizi a riposare dalla fatica estiva la terra e gli alberi sostino con tranquillità prima del sonno invernale, la mia anima in questo periodo (Settembre è un richiamo irresistibile per me) si trova in uno stato di quiete, a fare i conti con ciò che ha fin qui seminato e raccolto o seminato e perduto.

Lo spirito soffia dove vuole e l'anima si lascia vivificare, solo a volte.
Troppo spesso racchiusa come in un bozzolo che serve però per la morte e non per la vita, dentro le proprie paure e i preconcetti con i quali fare cardini al quotidiano.

L'autunno presto dilagherà e io, con malinconia, ne gioirò.

Nessun commento: