Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







sabato 4 ottobre 2008

anima eterna


Se resto in silenzio
sono nel mio alveo
nel mio luogo sicuro
lì dove sono davvero io
senza maschere
nè infingimenti
senza più vesti mal sopportate
nè nudità involontaria.

Così resto,
in silenzio,
giacchè non ho nè forza
nè desiderio
di parlare ancora.

Ora le parole
sarebbero solo vuoto suono
dietro cui cercare risposte
che non possiedo
né so cercare.

Resto nel quieto
conosciuto
solitario
spazio
della mia anima.

Nessun commento: