Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







giovedì 7 giugno 2007

la macchina del tempo


Se aveste la macchina del tempo, dove vorreste andare? Io nell'antica Roma, senza dubbio. Poi nella Palestina percorsa da Cristo, per vederlo. Ma di primo acchitto, nella Roma dei Cesari.

Lo fa in modo decisamente piacevole Danila Comastri Montanari con il suo personaggio di Publio Aurelio Stazio, senatore romano, epicureo, ricchissimo, amante delle donne e dei libri, delle avventure e delle sfide, che diviene un perfetto investigatore nella Roma di Claudio Imperatore.


Ecco che cosa ne dice Wikipedia:


Publio Aurelio Stazio è il protagonista della serie di romanzi storici, ambientati nella Roma antica, scritti da Danila Comastri Montanari; è un senatore di Roma, ha circa quarant'anni, un fisico prestante, è di stirpe patrizia e appartiene alla nobile famiglia degli Aurelii.
Rimasto orfano molto giovane si trova erede di uno smisurato patrimonio, composto da banchi di credito, flotte commerciali, palazzi in locazione e latifondi sparsi in tutto l'impero, però, causa un'antica legge romana, per entrare in possesso di questa fortuna deve mettere al mondo un erede, così, a ventidue anni sposa Flaminia, una nobile più vecchia di lui che gli partorisce un figlio, Publio.
Il bambino, però, non sopravvive a lungo e i due coniugi, il cui rapporto era già degenerato, divorziano; Aurelio così si trova ricchissimo, scapolo e molto corteggiato da donne di tutte le classi sociali (tra cui la Decana della Vergini Vestali), vive in una gigantesca domus sul Viminale, circondato da più di cento schiavi (si dice che possieda le serve più belle sul mercato) e dall'affetto degli amici Servilio e Pomponia.
Durante l'impero di Claudio, a causa della sua curiosità, il senatore Stazio si ritrova coinvolto in diverse intricate vicende che riesce a sbrogliare anche grazie all'aiuto del fido Castore, il suo servitore alessandrino, ladro matricolato e abile nei travestimenti di ogni genere.


Ed ecco l'elenco dei libri (li ho letti tutti...!):


1990 - Mors tua - Premio Tedeschi 1990 Giallo Mondadori, 1990; Speciale Giallo Mondadori n.1, 1994; Hobby & Work 1997; Hobby & Work 1998, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma, Hobby & Work 2000
1991 - In corpore sano - Giallo Mondadori 1991; Speciale Giallo Mondadori n.1, 1994 Hobby & Work 1998; collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma, Hobby & Work 2000
1993 - Cave canem - Giallo Mondadori 1993; Speciale Giallo Mondadori n.1; 1994 Hobby & Work 1999, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
1994 - Morituri te salutant - Giallo Mondadori 1994; Hobby & Work 1999, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
1994 - Vacanze romane (raccolta dei primi tre volumi) - Speciale Giallo Mondadori n.1, 1994 - ESAURITO.
1996 - Parce sepulto - Giallo Mondadori 1996; Hobby & Work 1999, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
1997 - Cui prodest? - Hobby & Work 1997; Hobby & Work 1998 Hobby & Work 1999 collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
1999 - Spes ultima dea - Hobby & Work 1999, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
2000 - Scelera - Hobby & Work novembre 2000, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
2001 - Gallia est - Hobby & Work novembre 2001, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
2002 - Saturnalia - Hobby & Work 2002, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
2003 - Ars moriendi - Un'indagine a Pompei - Hobby & Work 2003 collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
2004 - Olympia - Un'indagine ai giochi ellenici - Hobby & Work 2004, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.
2005 - Tenebrae - Hobby & Work 2005, collana Publio Aurelio, un investigatore nell'antica Roma.


Alcuni sono migliori di altri, delle volte la mano non sembra quella dell'autrice, quanto di qualche collaboratore, ci sono dei bei buchi storici sui personaggi che mutano "carattere" leggermente magari ma a seconda di chi l'ha scritto, secondo me...

Comunque, amo profondamente il seducente senatore Stazio e non so che darei per vivergli accanto!!!!

Nessun commento: