Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







martedì 21 agosto 2007

fatine


le fate sono parte del nostro sogno, un mondo comune a tanti popoli occidentali incui, come fratelli nati nella stessa casa e poi separati dalla vita, si condivide la comune origine e i miti che la generarono. così le fate celtiche non sono troppo lontane da quelle toscane o romagnole e noi sognamo con gli occhi pieni della memoria di altri e ci lasciamo portare via dal battito d'ali di farfalla di queste immaginarie minuscole creature.

la sola cosa che mi impensierisce, ammirando questi bei disegni di autori diversi, non è il nudo più o meno esplicito delle minuscole donne alate, ma che abbiano riferimenti o rapporti di vario genere con un dio cornuto e caprino che ben poco ormai ha di pan e troppo del piede caprino demoniaco di cristiana memoria... devo saperne di più, andrò a ricercarmi le origini di questi miti per sapere chi sono e che cosa narrano oltre le speculazioni tutte moderne di fumetti e illustrazioni commerciali.
la regina delle fate di sandrine gestin

Nessun commento: