Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







domenica 7 ottobre 2007

I cerchi delle fate


Che cosa sono in realtà i cerchi delle fate? Li avete mai visti? Ecco qualche notizia da Celtiworld...

Si tratta di un fenomeno naturale causato da una comunità di funghetti bianchi della specie “Marasmius Oreades”. Questi funghi crescono disponendosi in cerchio e allungando le ife (una specie di “radici”) in direzione del centro. L’effetto finale è la formazione di due anelli concentrici di colore verde scuro, separati da una striscia di erba secca, sotto la quale è presente una fitta rete di ife fungine, che raggiungono anche i 40 cm di profondità; sono quest'ultime la causa dell'erba morta, in quanto impediscono l'approvvigionamento di sostanze nutritive e acqua.


La scienza moderna ha dimostrato che spesso questi cerchi sono antichissimi e alcuni hanno più di 600 anni!

Secondo la tradizione si tratterebbe dei cerchi nei quali le fate e gli elfi si divertono a danzare per tutta la notte. È per questo che l’erba appare come “consumata”: per il lungo calpestìo dei piedini fatati! Occorre davvero molto tempo, secoli, perché un cerchio si formi nella radura di un bosco, ma nel Regno delle Fate il tempo trascorre in modo molto diverso di quanto accade da noi, perciò quella che per le Fate è stata una sola notte di danze sfrenate diventa un tempo lungo cent’anni ai nostri occhi!

Nessun commento: