Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







venerdì 12 ottobre 2007

il mondo che è in me


il sole sta svanendo, la luce si affievolisce, tutto si fa incerto, le ombre si allungano, i contorni sbiadiscono e la notte s'aprossima...
notte di luna nuova, di luna che torna a nascere, ecco com'è ora la mia anima: passi nel buio, orme lievi su prode erbose immerse nel silenzio, unica musica le acque che scorrono nel loro alveo, gli uccelli della notte, gli animali in caccia, i fuochi di guardia... e lontano, nel cielo, lo sguardo della luna, signora, regina, madre e sorella, silenziosa custode dei segreti arcaici femminini...
ecco, il mio spirito, dove ciò che era non è e forse non sarà più e ciò che non era fose sarà.

Nessun commento: