Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







sabato 10 novembre 2007

ciao e a domani?


l'importante forse è sapere quando sarà domani. da domani, o meglio da oggi, visto che è l'una del mattino, trasloco, nuova casa, nuovo comune, nuove un sacco di cose... vita nuova? spero, fortissimamente spero, parafrasando Alfieri.
con internet, ci vorrà un po' di tempo, sperando che la connessione veloce con il WIFI sia più tempestiva dello spostamento della telecom, che ha dei tempi notoriamente biblici...
sono stanca, vorrei passare due giorni in un bosco o in Irlanda di settembre a raccogliere le mele o a farmi un sonno di cinque giorni in un hotel al centro di un deserto, con un fossatello di coccodrilli intorno, tanto per garantirsi un po' di privacy.

quindi approfitto per salutare, se passeranno di qui, la mia gemella, l'altra metà di me, Cristina detta half, Elendil, il mio Luminoso Max e qualche turista che si è sperso e non sa perché è qui... :D

a presto... spero.

1 commento:

maxcaldara ha detto...

Ti saluto volentieri, amica mia, sperando in un tuo repentino ritorno.
Ti aspetterò, lo sai. Sei sempre nei miei pensieri.
Grazie del saluto "pubblico"...
Sono contento tu abbia finalmente realizzato questo sogno. Ti auguro una felicità immensa e senza fine, davvero.
Il tuo amico Elendil sarà sempre qua ad aspettarti, sempre.
Spero di sentirti presto, Fulvia.
Un abbraccione!!! Ciao!!!