Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







sabato 22 dicembre 2007

Inverno, tempo del silenzio


Silenzio
signore della mia anima
infinita musica in cui esisto
mi acquieto
vivo
e sogno.

Inverno,
signore del silenzio
amante inesausto della terra gravida di vita
che attende il ritorno della luce
tu vivi dentro di me
creatura di terra
e di oscurità
e di silenzio nevoso e freddo
e io so di essere viva
solo quando mi perdo
nel grembo del silenzio
alveo infinito d'armonia

Nessun commento: