Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







giovedì 10 gennaio 2008

gli affanni del cuore


per buona parte se non quasi tutta la mia vita ho trascorso il tempo con il cuore in affanno e lo spirito inquieto alla ricerca di non sapevo nemmeno io che cosa...
la realtà è che non volevo, credevo di non poter ammettere ciò che sentivo, non avevo parole bastanti per spiegarlo anche solo ai miei pensieri.
ora lo faccio, lascio che tutto riaffiori in me e torni alla luce dal ventre oscuro della mia anima e delle mie memorie.

Nessun commento: