Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







domenica 24 febbraio 2008

quando sognare non costava fatica

sette anni e la convinzione che da grande avrei fatto anch'io come lui.
chi è lui?
Actarus, il mio primo amore ^^
... un sorso di nostalgia...

1 commento:

maxcaldara ha detto...

Oddio, Goldrake.. ho gli occhi lucidi, amica mia, il cartone più bello che abbia mai visto!!!
Che storia bellissima... straordinario.
Grazie per avermelo portato alla memoria, amica mia.
Ti adoro!