Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







sabato 9 febbraio 2008

un sorso di nostalgia



la voce più bella della musica degli ultimi cento anni

1 commento:

maxcaldara ha detto...

E pure questa non scherza...
Siamo elfi, innamorati della musica, come potrebbe essere altrimenti?
Ciao Elentàri!