Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







mercoledì 5 marzo 2008

jerome thion e les dieux du stade del 2006

ho deciso di farmi passare il raffreddore così... arf, arf... ah, ah, ah...!!!

Nessun commento: