Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







domenica 29 giugno 2008

madre terra


la madre terra canta ancora dentro di me
da quando me ne son andata dal blog per riflettere in silenzio, sono tornata al cattolicesimo tradizionale, quello di Mons. Lefebvre per capirci, che sto imparando a conoscere e ad amare... eppure il richiamo di mia madre la terra è vivo dentro di me.

sogno di imparare la saggezza femminile delle nonne: ricette di cucina e per il bucato, per i capelli e per le piante, usi e conservazione di painte e cibo, armonia della vita con i ritmi della natura, eppoi sapere e conoscere e tramandare l'uso benedetto delle mani della donna...

ma è dura, molto dura e molte sono le ragioni

Nessun commento: