Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







martedì 23 settembre 2008

Andare


Andare per non tornare,
andare sempre avanti per non tornare indietro
continuare a camminare
anche quando tutto crolla
anche quando sei stanca
anche quando vorresti solo fermarti a respirare.

Andare via,
andare lontano,
andare avanti,
ma andare dove?

E che importanza ha?

Si può forse scegliere di nascere?
O di essere così come siamo?

La meta ha importanza solo quando siamo noi a camminare
senza lasciarci portare
ma io sto andando
e non so dove
seguendo l'impulso del cuore
che dentro la mia anima sta macerando
sogni e illusioni
perché nutrano
la verità
qualunque essa sia.

Nessun commento: