Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







venerdì 19 settembre 2008

donna, ancestrale custode della vita




La vita fluisce dentro di me
dalle profondità dell'universo
e come un seme che germoglia nel quieto silenzio della terra scura
dentro la mia anima immortale
custodisco la scintilla che tutto crea.

Giorno e notte il mio spirito vive e pulsa
nel mio sangue
nella mia anima
ma il mio volto non è mai uguale
e il richiamo eterno della vita
guida i miei passi su un cammino antico
che da sempre percorro e che sarà sempre mio
in un susseguirsi inesausto e ciclico di giorni
mentre dentro di me sono ormai capace
di accogliere
e trasmettere
la vita.

Nessun commento: