Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







venerdì 12 settembre 2008

venerdì e un'altra settimana si avvia alla conclusione


E' venerdì, nuvoloso ma non fresco. Settembre caldo molto più di Agosto.
Giorno sacro dell'Islam. Ieri tutti a piangere l'11 settembre. Giusto.
Mi sono venuti i brividi, però, stamattina sentendo il tg, quando ho ascoltato le dichiarazioni della vice di McCain la guerra in Iraq è un compito richiesto da Dio.... ma di quale Dio parlano, questi qui?
E poi i fondamentalisti sono i musulmani?
Sono stati loro a parlare per primi di scontro di civiltà, guerre di religione, crociate e amenità simili... idioti e ridicoli e ora tutto il mondo è sotto minaccia di terrorismo.
Certo, ci sarebbe stata comunque la minaccia, esiste una frangia islamica che niente ha a che vedere con il vero islam e con la fede in Allah e nel Profeta, come esistono estremisti cristiani (i protestanti poi sono una rappresentazione vivente di questa cosa sin dai loro albori, per loro l'opera prima meritoria è eliminare fisicamente i cattolici, in toto, dal Papa in giù ... e noi li chiamiamo "chiese sorelle"...che schifo!).... ma esacerbare di continuo il clima con queste dichiarazioni del piffero mostra l'intelligenza e la lungimiranza di certe persone che sono ormai unicamente dei personaggi mediatici.

La settimana lavorativa finisce.
Domani e domenica giornata casalinga con le bimbe, domenica pomeriggio a un compleanno di una compagna di asilo della piccina, lunedì GRANDE INIZIO per Marta, primo giorno di scuola...

E tutto va come deve andare.
InschAllah, se Dio vuole. (non il dio degli americani, per favore, che non somiglia nemmeno da lontano a Cristo).

Nessun commento: