Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







venerdì 31 ottobre 2008

se solo


Avere il coraggio di procedere nella quotidianità
quando non c'è niente di eroico,
di epico,
di grande,
quando i sogni della giovinezza sono lontani
lontani come il sole in un giorno di pioggia,
quando le forze scemano e l'abitudine infiacchisce lo spirito...

ecco, questo è il coraggio che imploro da Te,
Signore,
il coraggio di sorridere
e di avere pazienza
quando vorrei solo riposare
e di andare avanti
quando vorrei fermarmi
e di ascoltare
quando vorrei chiudere le porte della mia anima
e di restare in piedi
quando vorrei sedermi, esausta.

Se solo Tu non ci fossi
tutto questo non avrebbe senso,
la mia stessa vita sarebbe un lungo susseguirsi di giorni
senza alcun senso.

Ma Tu ci sei,
qui,
nella parte più intima della mia anima
e io resto con Te
in silenzio,
non serve più niente altro.

Nessun commento: