Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







martedì 7 ottobre 2008

sono una strega del focolare


o meglio, vorrei esserlo.

Vorrei essere libera
di seguire un cammino di conoscenza
e di saggezza femminile
e di femminile pienezza
senza sentirmi divisa e lacerata
tra colui che,
nonostante me,
amerò per tutta la vita
e la mia essenza ancestrale
che reclama
il suo diritto
ad esistere.

Sto vivendo dilaniata
senza saper respingere l'uno
e accogliere l'altro
come tra un buon marito
e un sensuale amante
si finisce
per restare divisi
da se stessi.

In agonia.

Nessun commento: