Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







mercoledì 19 novembre 2008

fermarsi con se stessi


Purchè non sia un vano eloquio sulle proprie (presunte) virtù non è una cattiva idea, ritirarsi nella propria anima, cercare il silenzio, il raccoglimento, la solitudine, per favorire il cuore a cuore con l'Unico capace di parlare all'anima mostrandole il proprio Volto.
Sono qui, Signore, rendimi capace di ascoltarti, di seguirti, di Te.

Nessun commento: