Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







mercoledì 10 dicembre 2008

Avvento _ riflessione


Attesa sempre nuova, notturna e silente, come sentinella di veglia, di una venuta vera e concreta che continua ad incarnarsi nella quotidianità della mia vita e di quella del mondo intero.
Attendere, ascoltando, in silenzio.

Nessun commento: