Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







giovedì 4 dicembre 2008

giovane sposa



Sognato e a lungo desiderato,
stato dell'anima
che per me non è divenuto stato di vita,
dolce nostalgia degli anni verdi,
sogno infranto dal delirio dell'egoismo,
resti ora come piccola nube
feconda e sorgiva
che aleggia sulla mia anima
e la irriga
chiamandola
ancora una volta,
al Bene.

Nessun commento: