Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







martedì 16 dicembre 2008

Piove, piove, piove...


Eccoci qui, ancora sotto la pioggia.
A Roma ci vado dopo Natale, il mitico sac. mi ha spiegato come fare per raggiungerlo senza rimanere ingabbiati con le coincidenze del treno e mi ha dato il suo cellulare, gentilissimo!
Oggi forse primo raffreddore di stagione, vabbè...
Ieri sera alle 18 finalmente sono venuti a riparare la caldaia.
Ma la nostra mitica stufa a legna è stata una bomba, meravigliosa, calda, fedele e sempre pronta!
Le bimbe hanno il 22 la recita di Natale, il 23 Marta ha il saggio di danza. Riusciremo a stare senza virus, febbre, malattie varie e magari, a Dio piacendo, pure per le feste? troppa grazia eh Sant'Antonio?
Mah... sono decisamente sfiduciata, stanca e immusonita.
Pazienza, questa è la mia carne, in questa devo vivere e lavorare.

Nessun commento: