Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







lunedì 9 febbraio 2009

pensieri


pensieri,
come sussurri di vento
come gli occhi assonnati di un bambino
come l'eco di ciò che non è più,
pensieri che scivolano,
nella notte
e mi danzano attorno
per cullarmi.

sola,
con i miei pensieri.

come sempre.

1 commento:

Giovanni della Trinità ha detto...

Grazie, le tue parole mi hanno fatto pensare....