Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







mercoledì 22 aprile 2009

chissà se smetterà di piovere


Sono le 7 e 44 del mattino, di un mercoledì, prima notte passata senza le bambine... il diluvio si è fermato, i fiumi d'acqua che hanno invaso il campo sono ancora tutti qui, ma pare che il cielo voglia schiarirsi. Lo spero. Ci vorrebbero quindici giorni di sole per tornare almeno a sperare.
Approfitto di questo collegamento instabile wireless del campo dove sono.
Ora sono sola, mio marito è andato a lavorare.
Sono stanca e indolenzita, qui c'è gente cui piace chiacchierare fino a mattino, stanotte fino alle 3... poi ho fatto dormiveglia fino alle sei quando si è alzato mio marito.
Pazienterò ancora un po', poi mi metto a distribuire bastonate senza guardare in faccia nessuno.
Se mi togliete pure il riposo, che ci è rimasto?
Un abbraccio a tutti quelli che hanno chiesto, letto, telefonato.

3 commenti:

PuntoCroce ha detto...

Ciao carissima, è un immenso piacere ricevere tue notizie!!
Questa esperienza ti segnerà per tutta la vita, mi dispiace veramente tantissimo!!
Ti abbraccio e ti stringo con tanto affetto augurandoti di poter rientrare presto nella tua casa, con la tua famiglia...
Qualsiasi cosa io possa fare, chiedimela, sarò felice di potere in qualche modo darti una mano...
Un bacio
Maria Rosa

Giovanni della Trinità ha detto...

" Non può piovere per sempre!"
Anche se i nostri occhi non lo vedono perchè nascosto dalle nuvole, noi ugualmente sappiamo che lì dietro c'è il sole.... sempre. Questa è Fede!

Quando meno te lo aspetti il sole tornerà a scaldarti e a billare su di te.

Giovanni

Anonimo ha detto...

Sono monica di Reggio Emilia, seguivo il tuo blog da un po' di tempo perchè mi trasmetteva serenità e amavo molto leggere le tue riflessioni. Ora mi sento di dirti che ti sono tanto vicina, come se ti conoscessi realmente...continuerò a leggerti con la speranza di scoprire, un giorno, la gioia nelle tue parole.
Ti abbraccio...anche le bambine.
Siete nei miei pensieri.
P.S. non appena tornerà il sole, torneranno anche la speranza e la forza interiore, ne sono certa!!!