Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







martedì 26 maggio 2009

questa notte ho fatto un sogno


Stamane, svegliandomi, ricordavo appena il sogno. Era di notte e io ero, come già altre volte, a casa di una mia zia a Roma, la sorella maggiore di mia madre che ha sposato il fratello maggiore di mio padre e c'erano lì con me forse gli zii, i miei e mio marito, mia sorella. Io avevo con me tre figlie gemelle e le guardavo giocare. Poi dicevo a mia sorella che una delle sue barbie (mia sorella ne colleziona) era caduta dal balcone (mia zia abita al 3 piano) e dovevamo andare a riprenderla. Poi cercavo in tutti i modi di convincere i miei, mia madre specialmente, di portarmi dagli altri miei figli, due gemelle e un maschio di circa due anni, che io dopo la nascita avevo affidato ad altri e ora erano in una specie di asilo a tempo pieno, ventiquattrore al giorno e io praticamente non li conoscevo e volevo vederli, averli con me. E nessuno riusciva a portarmi lì, con la frustrazione tipica dei sogni quando vuoi qualcosa che non riesci ad avere o a fare. Prima di svegliarmi, ero con i bambini, che mi guardavano incuriositi e io non sapevo come dirgli che ero la loro mamma e intanto li guardavo attorno a me, aspettarsi forse dei doni.
Poi mi sono svegliata.

Che strano, no?

Buon martedì a tutti! ^^
E grazie dei commenti, dell'incoraggiamento, dell'affetto e delle belle poesie, siete persone splendide! :DDD

6 commenti:

Elena ha detto...

Strano il sogno, ma non commento, io ne faccio di certi... Sono riuscita pure a cadere dal letto!
Davvero ti è piaciuta la poesia? Come mi fa piacere!!!
Bacio, Elena

Corinne. ha detto...

coucou Fulvia !!
Ta photo est magnifique j'adore ton petit ange trop mimi !!
J'espère que tu vas bien ainsi que ta famille!
avec toute mon amitié
bizzzzzzzzzzzz
corinne

La Bohemien ha detto...

Che sogno strano....tutti sti gemelli poi!!! Bhu....non so proprio dirti nulla.....un pò di meditazione forse ti aiuterà a capire!!!

Paoletta ha detto...

che angoscia,
io sogno spesso di lasciare mia figlia sola senza rendermene conto,
quando poi me ne accorgo non riesco più a raggiungerla, mi sveglio con una tale ansia che mi segna tutta la giornata...

vai a capirli i sogni...

ciao baci paoletta

vanda ha detto...

Bello questo piccolino riesci sempre a trovare delle foto carinissime coerenti col discorso x il sogno non so dirti nulla ciao un abbraccio forte
Vanda

bettin ha detto...

Io non lo vedo nè strano nè complicato..........il post di prima e quello di adesso parlano da sola e anche il tuo corpo e la tua psiche te lo dice....!Sei stata ribaltata in uno spazio e in una dimensione surreale,questa tragedia ti ha scosso e non poco ovviamnete e se risci a tenere tutto sottocontrollo,la mancanza delle tue figlie e di un futuro sereno lo senti e il tuo subconsio lo manifesta anche mentre dormi...la ricerca di figli che non hai lì...anche se vicino a te sei circondata da affetti...e i regali che loro vorrebbero sono forse la sicurezza e la protezione che con le sole forze di una mamma in questo momento non può dare loro.....(è solo una mia interpretazione,ma è stato tutto così trasparente appena ho letto i 2 post di fila).....stai serena e abbraccia le tue piccol se ritornano a casada te!!!!!
Vedrai che con loro vicino i sogni saranno più sereni!
Betta