Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







mercoledì 24 giugno 2009

la notte di san giovanni


E' ancora la notte del solstizio, questa, l'antica notte di san giovanni, di fuochi e danze attorno, di raccolta di erbe e di noci per fare il nocino. Comunemente detta delle streghe, questa notte è stata cristianizzata, come molte altre feste, con l'ausilio di san giovanni battista, il solo di cui, oltre al Cristo, si celebri la nascita e la morte.
C'è anche "La notte di san giovanni sul monte calvo" di Mussorgsky, l'avete mai ascoltata? Stupenda. In Topolino "Fantasia" è stata disegnata con rara abilità.
Secondo la tradizione, l'autore compose la sinfonia dopo aver soggiornato a Montecalvo Irpino, ospite della duchessa Maddalena Pignatelli, la quale era figlia di Pietro Fesenko, consigliere dello zar Nicola II. Si dice che Mussorgsky restò molto colpito dall'atmosfera che si respirava a Montecalvo Irpino, suggestionato dai luoghi, dalla storia, dalle leggende delle streghe che prendevano il volo per ritrovarsi ai piedi del noce di Benevento dove celebravano il loro sabba. Mussorgskij aveva composto una prima stesura per pianoforte e orchestra di "Una notte sul Monte Calvo" nel 1860, poi l'aveva riscritta nel 1868, nel 1871 e nel 1875.
L'opera non fu mai rappresentata durante la vita del musicista. L'autore, come molti altri ancora oggi, confonde streghe e sabba con satanismo, ma chi ne sa davvero conosce la verità: le due cose non sono sinonimi, in quanto satana, creatura biblica, è patrimonio delle religioni del libro (ebraismo, cristianesimo, islamismo) e non del paganesimo.

Non tutti i pagani sono streghe e non tutte le streghe sono pagane.
Le streghe pagane non adorano satana in quanto non lo riconoscono come divinità, nè gli offrono tributi.
Chi lo fa non è pagano.

Raccoglierete le noci per il nocino?

Ecco qualche ricetta

Grado di difficoltà: facilissimo
Tempo di preparazione: 10 min
Tempi di cottura: fino a 2 ore

Ingredienti per 4 persone
30 noci verdi (con mallo)
1,5 l di alcol a 95°
500g di zucchero,
un pezzettino di cannella,
10 g di chicchi di caffè,
10 chiodi di garofano,
una scorza di 1 limone.


1 Tagliate anzitutto le noci a pezzetti e mettetele a macerare in un recipiente di vetro con la cannella, i chiodi di garofano, i chicchi di caffè, la scorza di limone, lo zucchero e l'alcol.

2 Chiudete ermeticamente il recipiente ed esponetelo al sole per 40 giorni, scuotendolo di tanto in tanto e ritirandolo durante la notte.

3 Alla fine del 40 giorno, filtrate accuratamente il prodotto, imbottigliate e lasciate riposare per 12 mesi prima di assaggiare

---- OOO ----

Liquore Nocino

Lt. 1 Alcol

22 Noci

Grammi 2 di cannella

9 chiodi di garofano

La scorza di un limone non trattato

600 grammi di zucchero

400 cl. di acqua



Le noci vanno raccolte il 24 Giugno, il giorno di San Giovanni e vanno utilizzate intere (senza levare il mallo) divise in quattro pezzi, messe in un capiente vaso di vetro con l’aggiunta della cannella , chiodi di garofano e scorza del limone ed infine aggiungere l’alcol.

Lasciare 40 giorni possibilmente al sole agitando energicamente il vaso ogni giorno.

Dopo i 40 giorni procedere facendo sciogliere lo zucchero in acqua tiepida ed aggiungerlo al composto lasciandolo prima raffreddare.

Rimettere il vaso al sole per altri 10 giorni agitandolo quotidianamente filtrare, il vostro nocino è pronto.

Se avete la pazienza di aspettare fino a Natale sarà ancora migliore...


---- OOO ----

Tradizione vuole che per fare il nocino, le noci vadano raccolte solo il giorno di San Giovanni, all'alba, per prendere la rugiada, rugiada che va lasciata sulle noci, quindi non bisogna asciugarle.

Ingredienti
24 noci raccolte solo ed esclusivamente il 24 di giugno
800 gr di zucchero
1 litro di alcool 95°
1 scorzetta di limone al naturale
25 chicchi di caffè

Preparazione
Tagliate in quattro parti le noci, riempite una piccola damigiana a bocca larga con tutti gli ingredienti sopra citati, mescolate per bene.
Lasciate macerare per cinque mesi, agitando di tanto in tanto il tutto.
Dopo questo tempo in cui la distillazione viene completata naturalmente, filtrate il contenuto della damigiana, utilizzando un panno di cotone cambiandolo continuamente....

Queste sono solo alcune che ho trovato in rete... fate voi ^^

3 commenti:

Cinzia ha detto...

Proverò anche questa, ce nè son tantissime, una diversa dall'altra!
Cinzia

euphorbia ha detto...

Grazie per le ricette e grazie per la digressione su "Una notte sul Monte Calvo". Adoro Fantasia e adoro la musica classica in genere, ma non sapevo tutte queste cose! Quelle sono le tue bimbe? Un bacio ad entrambe!
Elena

Daniela ha detto...

Mi è piaciuto questo tuo post, era quello che intendevo nel mio commento di qualche giorno fa: far conoscere per far capire ;) sembra che da quel fatidico post, nonostante le scosse :(, tu sia più rilassata, almeno nello scrivere, spero di non sbagliarmi. Dolcissime le tue bambine. un abbraccio e continua, se puoi, a farci capire di più. Un abbraccio, Daniela