Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







sabato 20 giugno 2009

orto



eccovi una vista dell'orticello di guerra, si diceva così ai tempi della seconda guerra mondiale, messo su con mia sorella in un lembo del giardino dei miei ^^

1 commento:

vanda ha detto...

BELLO IL TUO ORTICELLO HAI DEGLI ANGOLI MOLTO BELLI DANNO IDEA DI TRANQUILLIT° BACI VANDA