Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







venerdì 11 settembre 2009

Mabon


Equinozio d'autunno_ 20 o 21 settembre

Mabon annuncia il primo giorno d'autunno e il periodo del secondo raccolto. Un altro momento di equilibrio e di bilanci. È una festa tradizionalmente associata alla celebrazione dei misteri Eleusini, al viaggio di Persefone nel mondo degli inferi. Una festa iniziatica, dunque, ed anche un momento per venire senza paura in contatto con la nostra ombra, o col mondo invisibile, mantenendosi ben centrati nell'equilibrio della stagione. Mabon è comunque un momento di ringraziamento totale, al Sole, alla Luna, alla Natura, alla Terra, ai nosti avi e - perché no? - a noi stessi.

Nella mitologia celtica, Mabon ("giovane uomo" o "figlio divino"), dio gallese della giovinezza, della vegetazione e dei raccolti, era figlio di Modron e di Mellt. Era un dio cacciatore, il cui culto era diffuso in tutta la Britannia settentrionale, che, secondo la leggenda, fu rapito alla madre tre giorni dopo la nascita. Visse poi ad Annwn finché venne salvato da Culhwch. A causa del suo soggiorno ad Annwn, Mabon rimase giovane per sempre.

Mabon in seguito assistette Culhwch nella sua ricerca di Olwen.

Secondo la studiosa di mitologia celtica M. J. Green il mito di Mabon è associabile al Maponus delle iscirzioni romano-britanniche, che lei definisce "Apollo celtico". Alcuni lo ritengono accostabile a Demetra o a Persefone a causa delle forti analogie presenti in questi miti. Probabilmente il mito scaturì dal carattere mitologico assegnato nel tempo ad un antico condottiero.

Nel neopaganesimo, Mabon è uno degli otto sabbat che si celebra nell'equinozio d'autunno (21 settembre nell'emisfero Nord, 21 marzo in quello Sud).

La festività è una festa di ringraziamento per i frutti della terra e sottolinea la necessità di dividerli con gli altri per assicurarsi la benedizione del Dio e della Dea durante i mesi invernali.

Si accettano suggerimenti per le decorazioni ^^


fonti:
www.ilcerchiodellaluna.it
wikipedia

4 commenti:

Anonimo ha detto...

la tradizionale zucca, le nocciole, e sai come mi piacerebbe addobbare casa? con tante pannocchie il cui rivestimento pian piano secca ricordando il colore chiaro del sole che fu... un abbraccio fatina.
marin

Corinne. ha detto...

Coucou la miss !!
Meri pour ta visite sur mon blog !*
Je suis vraiment triste pour toi et ta famille !Ce retrouver sans maison et avoir vécu en tremblement cela doit être très dur pour toi .
J'espère que pour toi tout va s'arranger au mieux !
Je t'envoie tout plein de courage et pleins de gros bisous !!!!
Avec toute mon amitié
corinne

*-cipi-* ha detto...

non so perchè ma mi viene voglia di mettere uva ovunque...
forse dovrei cercarne il significato...
scusa, credo di non essermi presentata (ovvio che qui in rete le presentazioni ufficiali con nome e cognome le evito, essendo un blog pubblico): ti ho trovata un po' di tempo fa cercando immagini della ruota dell'anno e informazioni su samhain e il tuo blog mi è pèiaciuto tanto che l'ho messo nell'elenco dei blog da seguire.
mi sono avvicinata al neo-paganesimo qualche anno fa ma non ho avuto modo nè tempo di approfondire, e sto cercando di recuperare appena posso.
vorrei poter festeggiare senza dare troppo nell'occhio in famiglia, visto che sono circondata da sedicenti cattolici con mentalità non troppo aperta...

clelia003 ha detto...

e già ank io nn posso dare nell okkio cn le decoraz. fortunatamente in casa d 1 mia amica abbiamo tt ciò ke c serve, e privacy nell addobbare sempre la soffitta...:) passiamo le feste li e devo dire ke è sempre bellissimo...x mabon credo ke s possa mettere cersti d frutta d stagione in giro x casa...rametti decorati cn nastrini del colore giusto...e lasciare cm sempre tante offerte agli dei...cose semplici insomma...:)