Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







martedì 1 settembre 2009

Settembre e i giorni dell'autunno


Avevano ragione i celti, l'estate termina ad agosto, con la festa del raccolto, basta guardare di quanto siano già più corte le nostre giornate quando il buio sopraggiunge, a sera.
Il mese di settembre, assieme ad Ottobre, è il periodo che amo di più, quando l'aria ancora calda ma non più afosa si stempera, mattino e sera nella dolcezza del giorno che nasce e muore, le foglie già cambiano colore, l'erba è secca ormai, i frutti sono quelli dell'autunno, si trovano more e nocciole, funghi e pere...
Sì, questo è il periodo che prediligo, s'approssima Mabon, poi a Samhain avremo la fine dell'anno e un nuovo principio, un altro giro di ruota.
Tutto segue il suo corso e questo è un bene.

3 commenti:

Elena ha detto...

E' vero, tutto sembra girare attorno ad un perno, come una giostra che porta gioie e dolori... Oggi per me è un momento di grande tristezza, il senso di impotenza attanaglia...spero che torni presto un po' di serenità...
Un abbraccio.
Elena.

Camilla Fedrigotti Curti ha detto...

Ciao cara, io sarò banale, ma preferisco la primavera. Adoro tuttavia pensare alle fredde serate passate davanti al camino e amo molto le mattine e le sere, proprio in questi giorni, in cui occorre mettersi il maglioncino perchè l'aria è molto più fresca di quella dei caldi giorni di agosto. Un caro saluto e a presto, Camilla

chicca ha detto...

Sono i mesi che preferisco di più, e quando lo dico mi guardano tutti stuèiti, adoro i colori e il clima autunnale....