Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







giovedì 17 dicembre 2009

Due righe prima di andare a dormire


Questa mattina ci siamo svegliati sotto la neve, ora il freddo è intenso e si prevede altra neve per i giorni a venire.
Sono stata all'ospedale oggi per togliere lo stant, ora ho delle coliche leggere. Per assurdo, mi sono usciti oggi pomeriggio dei calcoli che invece sarebbero dovuti venir via proprio "grazie" allo stent, che mi ha inutilmente torturato per 23 giorni.
Si approssima il solstizio, la notte in cui la luce tornerà a nascere, in cui la Madre dà alla luce il Figlio che riporta la luce al mondo.
Periodo di silenzio, neve, assorto, freddo e di meditazione. Lo amo profondamente, sono nata a Gennaio, in pieno inverno, questa è proprio la mia natura.
Un abbraccio festoso a tutte le carissime amiche che visitano il mio blog, ai viandanti sperduti che approdano qui per caso, a quanti mi vogliono bene e a chi non me ne vuole.
Yule s'approssima e il confronto dopo la discesa e io sono qui a meditare sui miei giorni.

2 commenti:

bettin ha detto...

oh carra ....ancora delle coliche!!!!ti prego rimettiti ,per Natale...o per qualsiasi festa sia importante per te!!!!!!
un bacio e buona giornata.
anche da noi ha nevicato,ma stamattina è già sparitoa un bel pò.
ciao betta

Daniela ha detto...

Una volta espulsi i calcoli dovresti cominciare a star meglio...spero. In ogni caso buone feste. Un grosso abbraccio, Daniela