Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







giovedì 3 dicembre 2009

a volte ritornano


I miei sogni son rimasti desideri. Dall'11 novembre sono a casa con le coliche renali, due calcoli nel rene destro e non ne son ancora fuori, dopo averli bombardati due volte, aver subito un intervento e avendo un catetere interno per facilitare l'espulsione dell'ultimo frammento che, dopo l'ennesima ecografia ieri, pare essersi spostato un po' nell'uretere ma non è uscito, quindi il 10 nuova seduta di litotressia e poi, forse, il giorno seguente toglierò anche il doloroso e fastidioso corpo estraneo dentro di me.
Sono viva, ma ho conosciuto una dimensione del dolore del tutto nuova, insostenibile. Soffrendo, ti rendi conto di due cose:
- sei assolutamente solo quando accade
- il tempo si dilata fino a sospendersi, divenendo una bolla immobile che tutto ingloba.

Non avremo la casa prima di gennaio, ormai. Siamo ancora, le mie figlie, mio marito ed io, a casa dai miei, che hanno terminato i lavori di ristrutturazione post sisma proprio durante la mia permanenza dovuta alle coliche, così di notte non dormivo per il dolore, di giorno per gli operai.

Oggi è freddo ma c'è un bel sole. Sto lavorando all'uncinetto un vecchio gomitolo blu brillante di lana, ma non sono capace. Mi sto rivedendo tutte le vhs della Grenada Television dedicate al grande Sherlock Holmes, realizzate on cura, con maestria, interpretate stupendamente, fedelissime ai racconti di Sir Arthur Conan Doyle.

Amo immensamente il geniale, passionale, brillante Holmes.
E l'epoca vittoriana, in tutte le sue sfumature e le sue contraddizioni.

Nella foto, Jeremy Brett (Holmes), il migliore in assoluto e Edward Hardwicke (Watson).

6 commenti:

Elena ha detto...

Fulvia! Come mi dispiace saperti così sofferente... Ero preoccupata di non sentirti più da qualche giorno, allora il mio sesto senso aveva ragione! Volevo mandarti una piccola cosa per Natale, ma se non sei al lavoro, non so dove potrei spedirti la busta... Mi fai sapere tu?
Meno male che ti consoli bene con i vecchi film del brillante e poliedrico holmes!!! Ho sempre adorato questo genere, da piccola i libri di Sir A.C. Doyle me li mangiavo uno dopo l'altro!!!
Ti mando un abbraccio forte forte, Elena.

Euphorbia ha detto...

Fulvia, sono contenta di sentirti. Mi dispiace di apprendere che ci sono state tutte queste complicazioni, e sì hai ragione quando dici che nel dolore siamo soli. Siamo soli perchè chi sta bene non comprende mai appieno quello che proviamo. Ma non credere che per questo ci dimentichiamo di te e poi tu sei forte, sei una roccia e non dire di no. Sei la Fulvia, quella che si incazza quando sente parlare di estremismo religioso, e che scatena l'inferno se vede un maschilista! ;) Una tigre! Fulvia ti abbraccio veramente forte e ti aspetto sull'Isola, sotto i meli.
Con affetto (anche se non ci credi)
Elena

miss Potter ha detto...

Mamma mia, che dolore i calcoli, dai, tieni duro il 2009 sta finalmente per terminare, è stato un anno agghiacciante!

PS Splendide le tue cucciole sorridenti davanti ai pasticcini...mmm...come le capisco!

Baciotti
Sandy

sarah ha detto...

Mi spiace sapere che tu stia ancora male, non per via diretta, ma perchè ce li ha avuti mio marito, posso immaginare quanto siano dolorosi. Ma vedrai che anche questo brutto periodo finirà.
Siamo alle porte di un nuovo anno, e visto che la ruota gira, ti auguro di lasciarti alle spalle questa brutta esperienza.
Un abbraccio forte forte
Berkana

Giovanni della Trinità ha detto...

Ciao sorellina.
Avevo intuito che qualcosa non andava, sopratutto quando non ho visto risposta alle mie mail di saluti.
Speriamo che questo 2009 finisca alla svelta. Il 2010 quindi inizia "bene", con la consegna della casa. A proposito come sono ste case, dalla TV sembrano buone a vedersi.
Comunque sai dove trovarmi quando vuoi, da parte mia ogni tanto busserò alla tua porta.

Ciao

P.S.: spero tu mi abbia perdonato, ho esagerato l'altra volta, ma anche io ho avuto due mesi........ d'inferno. Poi ti racconterò!

Corinne. ha detto...

Wouhaaaa j'adore Sherlock Holmes je le regarde souvent l'A. midi à la télé !!
Comment vas tu ma chère amie ?
Amitié
corinne