Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







martedì 2 febbraio 2010

Ma che dovrei dire allora io...


... c'è gente che si lamenta perché la casa che gli hanno dato non è bella come quella che avevano... e io ? a me ancora non la danno!

... c'è la collega che flirta con tutti e poi si "stupisce" che c'è chi la infastidisca ... e io? non ho mai flirtato con nessuno e da qualche tempo in qua tutti i maschietti più o meno vicini a me dell'ufficio mi ronzano attorno.... mah...

... c'è chi si permette di dirmi quello che devo fare e non sa quello che voglio o che penso... e io? devo tacere per il quieto vivere e vorrei mordere!

... c'è chi mi ferisce ogni giorno egoisticamente per sfogare la propria frustrazione e io che continuo a mandare giù rospi solo per amore?

Ma allora, che dovrei dire io?

Non vedo l'ora che il tempo vada via, oggi è già febbraio. Benissimo.
Agosto arriverà. Chi mi ama mi segua.
Chi non mi ama se ne può andare.

(nella foto Malé - TN)

2 commenti:

Daniela ha detto...

...ogni tanto mi dai la sensazione della pentola a pressione pronta a sscatenarsi con il fischio assordante.
Resisti, resisti e per quanto riguarda il post precedente sono segreti, non bugie...a vederla da fuori e da lontano, forse questo non è il momento più indicato per fare chiarezza...un abbraccio, Daniela

Aegyptika ha detto...

Che ne dici di menar giù legnate? Usiamo solo legno dolce ;)