Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







venerdì 26 febbraio 2010

silenzio


Nè parole nè opere
nè atti nè sogni
nè passato nè presente
nè io nè altri.

Silenzio.

E Tu.

2 commenti:

Argante del Lago ha detto...

mi spiazzi un po'...

Daniela ha detto...

Hai spiazzato anche me.