Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







giovedì 4 febbraio 2010

Sogni e bisogni


Sogno di andarmene, ma in effetti ne ho bisogno e non so se è il sogno ad aver creato il bisogno o il bisogno ad aver materializzato un sogno.
Sogno una vita diversa, un posto pulito dove vivere tranquillamente, con le mie figlie, a contatto con la natura, dove ritagliare spazi di silenzio e di ricamo, una chiacchiera con un'amica speciale davanti alle crocettine che mi piacerebbe fare e ad un buon thé, sognando dei giorni a venire, giorni da costruire uno dopo l'altro con le nostre mani.

Sogni semplici, grandi bisogni dell'anima.

Questi i miei giorni, ma son contenta così.

4 commenti:

Aegyptika ha detto...

Non so quali delle due ipotesi sia vera, ma in fondo, che problema c'è? Basta andare no?^^

Ely ha detto...

vedrai che riuscirai a realizzare sial il bisogno che il sogno.... un abbraccio fortissimo! baci Ely

Elena ha detto...

Sono convinta che i sogni esprimano i nostri bisogni.
Alle volte ci rinunciamo, ma l'esperienza mi ha insegnato che è meglio seguirli questi sogni!
Un forte abbraccio a te e alle tue meravigliose bimbe!
Elena.

Alice ha detto...

Abbiamo un sogno in comune sembra, per quanto io cambierei il ricamo con la tessitura.
Qualcuno diceva che chi si appaga di piccole cose possiede già quelle grandi. Meglio, significa che basta costruire quelle piccole ;)