Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







mercoledì 31 marzo 2010

I giorni perduti


Giorni perduti,
questi,
nascosti nell'ansia di un futuro
macchiato dal dolore del passato.
Siamo qui e aspettiamo
di poter rialzare la testa,
incerti se la nostra vita
stia continuando
anche senza di noi.

§§§

Il 6 aprile sarà un giorno di lutto per noi tutti a l'aquila; il dolore e la morte e la voglia di rinascita ci sono stati bollati come fenomeno mediatico politico.
Parla sempre chi non sa e non vuole tacere, mancando di rispetto e di pudore.
Quel giorno, per me, sarà un giro di boa, da passare in silenzio.

3 commenti:

Elena ha detto...

Sono sicura che al di la' della boa troverai una strada più bella, che ti darà soddisfazioni e serenità!
Ti auguro comunque di passare una Pasqua serena e felice con le tue bellissime bimbe!
A presto, ti mando un bacio.
Elena.

vanda ha detto...

E sempre così parlano tutti a sproposito le cose bisogna provarle per capirle.
Auguro a te e famiglia una serena Pasqua un abbraccio

guja ha detto...

Ti abbraccio Fulvia...e ti sono vicina!!!
Cristina