Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







lunedì 5 aprile 2010

domenica delle palme, 3.32...

Silenzio per i morti,
rispetto per i vivi,
speranze disegnate su un cielo dove la luce fatica a nascere.

1 commento:

Elena ha detto...

Ma la luce riesce a passare attraverso fessure molto piccole e riporta alla vita...
Vorrei poterti abbracciare, tenerti stretta in questa ricorrenza; cancellare il ricordo di quegli attimi...
Elena.