Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







domenica 11 aprile 2010

domenica di pioggia


Devo ricominciare dalle piccole cose, per noi dopo il sisma è fin troppo facile lasciarci trascinare dalla marea che sommerge dei ricordi e delle difficoltà quotidiane, logorarsi quella poca pace nel rispondere alle affermazioni degli imbecilli e stupirsi della volontaria crudele cecità dei più.
Voglio andare alla Ikea e comperare qualcosa che mi dia il gusto di casa, in attesa che ci consegnino quella prevista, chissà quando...
Sono indietro con il lavoro manuale e con lo studio, sono indietro con troppe cose e il pc con la connessione lentissima ad internet fa perdere quel poco tempo disponibile.
Misà che mi piglio una lunga lunga pausa...

2 commenti:

Elena ha detto...

Non lascaiarci per troppo tempo, ti prego....
Elena.

chiara ha detto...

ma come, passo da te e tu te ne vai? :-((( un abbraccio grande grande
chiara