A piccoli passi


A piccoli passi,
io che vado sempre di corsa,
a piccoli passi si costruisce un rapporto
e dovrei saperlo,
dal momento che sono, i miei, i passi del riccio,
che da tanto frastuono creato nel bosco
ne viene poi fuori piccinoi e pronto a chiudersi subito al minimo sentore di pericolo.

A piccoli passi,
devo impormelo.
E imparare a fidarmi di chi mi vuol bene
e me lo manifesta in modo diverso da quello che mi aspetterei io.

E riflettere,
con la lentezza degli animali che stanno preparandosi al letargo,
accumulando ricordi, suoni, odori, sensazioni.
Tempo propizio, questo,
per ritornare con il pensiero ai ricordi più cari
e per lasciar sedimentare
il dolore e la paura,
propizio tempo della Discesa.

Lenti,
piccoli passi lenti,
correre m'ha fatto perdere il gusto della vita.

Imparare a fidarsi costa fatica,
ma non fa mai male.
Ma lentamente,
solo così posso davvero andare.

Grazie a chi, nonostante la mia paura,
mi vuole ancora bene
ed è ancora disposto a essere mia amica
e sorella.

Commenti

Che belle parole hai scritto.
Io sono convinta che le cose migliori, quelle durature, quelle che ti fanno accendere le emozioni siano quelle piccole cose che ogni giorno ci appaiono davanti al nostro cammino.
Con i piccoli passi e con tanta pasienza si può arrivare molto lontano, basta crederci.
Buona giornata Nadia
chiara ha detto…
piccoli piccoli passi..si dimentica spesso, vero? le tue parole sempre belle come l'anima che ne traspare
ti abbraccio!
chiara
Pisi ha detto…
Queste parole sono bellissime! e non sai quanto le senta mia perchè anch'io sto vivendo una situazione credo molto simile alla tua...per cui grazie per averle condivise con noi!
Pisi