Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







martedì 17 maggio 2011

Di sogni e di giorni

Son sogni lontani i ricordi d'infanzia,
di giorni e di sogni è fatta la vita,
son quiete le sere quando l'avvenire è ancora intessuto nella tua anima.

Canto nel fondo solitario e silenzioso del mio cuore,
canto sognando un domani che sta già svanendo.

Canto e sogno
e cammino e guardo la luna,
perché la notte è compagna e madre dei sogni
e la luna signora regina del mio andare.

Viaggio nel buio del domani
che è figlio di quest'oggi sfilacciato dalla quotidianità
e dai desideri mai avverati.

Danzando nel cerchio delle sorelle,
danzando mano nella mano,
con la luna come corona,
danzo senza pensieri,
chiusi gli occhi e aperto il cuore,
respirando la fragranza pregna della terra.

Con i miei passi scandisco i pensieri,
mentre i sogni già corrono avanti,
lungo il sentiero del futuro
del quale soli conoscono l'andare.

E andando vivo intessuta nel sogno.

Nessun commento: