Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







venerdì 6 maggio 2011

Il Cammino e la danza

Camminando,
camminando,
camminando,
col battere dei nostri passi sul ventre oscuro e fecondo della madre,
teso come pelle di tamburo,
accogliente come dimora dell'anima dove si può nascere
e dove si morirà.

Camminando
e cantando,
andando con una danza di fate nel Bosco Antico,
camminando verso la Vita
e l'Armonia che torna,
torna a imperlare di luce i nostri giorni.

Camminando
con le mani intrecciate a quelle delle Sorelle
e le risa fuse alle loro
e i capelli e i piedi che scandiscono
la musica dell'anima.

Camminando e danzando,
perché la Vergine Arcaica danza seminando gioia mentre cammina
e noi tutte siamo Sorelle e Figlie
di questa Antica Signora,
sia benedetta,
che ancora cammina con noi.

2 commenti:

Sym ha detto...

che sia benedetta la nostra Madre.... )O(
un abbraccio grande...
simona

Elena ha detto...

Bella questa poesia...
Ti auguro di passare una bellissima festa della mamma, danzando con le tue bimbe!