Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







lunedì 27 giugno 2011

Considerazioni di una mamma

Sono certamente una delle tantissime donne che lavora e cerca di star dietro alla famiglia come meglio può, non certo l'unica nè la prima, ma la sensazione di peso e di malinconia è del tutto personale e sapere di dividerla con altre donne non la allevia.
Le mie figlie sono a casa dei miei, a una ventina di km da dove vivo io, perché sono in un casa "vera" (e non nel MAP), al fresco, con un giardino, con i nonni che le accudiscono e le coccolano, dove possono giocare, mangiare, dormire, correre e sognare quanto e quando vogliono e io son contenta, ma così riesco a vederle solo il fine settimana.
Le mie figlie sono belle e piene di sogni, come tutti i bambini, mi rendo conto ogni giorno di più che è un dono averle e poter ammirare la loro crescita, guardare il mondo con i loro occhi, vivere di nuovo determinate emozioni.

E' lunedì, inizia un'altra settimana di caldo e di lavoro. Va così, potrebbe andare peggio.
Buona settimana a tutti.

2 commenti:

Berkana ha detto...

Tieni duro fatina e continua così. Lo so che non è assolutamente facile, anche perchè ti guardi intorno e vedi che le cose vanno sempre peggio invece di migliorare....e non per colpa tua di certo. Ma arriverà anche il momento in cui finalmente la ruota inizierà a girare nel verso giusto!
Mi raccomando non mollare mai, nei miei pensieri ci sei sempre :)
Un abbraccio
Berk

Anonimo ha detto...

immagino ke sia molto dura.....ma posso solo dirti...continua a camminare.....vedrai la speranza e fortuna ti verrà incontro....i miei piu' cari auguri