Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







martedì 31 luglio 2012

Il tempo del raccolto

S'approssima agosto, il mese delle ferie per antonomasia per gli Italiani. Per i Celti, era il periodo del Raccolto, quello di fine estate, Lughnasadh, in onore del dio della luce Lugh, un dio del sole e della fecondità della terra, che ancora oggi viene celebrato dai neo pagani il 2 agosto. Quest'anno sarà luna piena il 2 agosto, un bel modo per festeggiare il Raccolto e ricordare le Antenate, come accade nella Tradizione che seguo. Antenate sono tutte le donne, della famiglia e non, che mi hanno preceduta, che hanno seminato con la loro speranza e la loro forza e il lavoro quotidiano, le basi perché io oggi possa essere qui a onorarle. Donne famose, donne comuni. Qualunque donna che abbia contribuito a fare di questo posto un mondo migliore nel silenzio e nell'operosità quotidiane, che ha lasciato traccia nella storia di ciascuno e in quella comune.
Onore alle Antenate, dunque. Anche chi non è pagano o non segue tradizioni particolari, può ricordare con gratitudine coloro che lo hanno preceduto, giacchè da una donna si nasce e spesso nelle braccia di una donna ancora oggi si muore.
Impasterò il pane con le mie mani, lo guarderò lievitare, lo mangerò, come le Madri prima di me, penserò a coloro che in ogni parte del mondo lo fanno ancora per necessità oltre che per consuetudine.
Buona festa del raccolto a tutti :)

1 commento:

Elena ha detto...

Buona festa anche a te! Un bacio grande-grande...