Questo diario è lo specchio della mia anima, non sempre nitido, quindi, non sempre univoco, ma sicuramente intimo e prossimo al mio più vero sentire.

Restate pure con me, sostate, riposatevi, condividete, con rispetto, educazione e disponibilità di cuore.


Questo bosco è la mia casa.







mercoledì 13 maggio 2009

quanto costano i sogni?


Non so, ma di certo spero che costino poco. Ho voglia di tornare in casa mia, sicuramente. Ma mi sta quasi venendo voglia di costruirmi (se solo potessi) casa da qualche altra parte, un colpo di spugna e ricominciare da capo, un cottage di quelli all'inglese, in pietra con un tetto di legno che magari smonti subito... conseguenze del sisma, perché no?
E' pur vero che quando ancora non pensavo che mi sarei sposata mai, il mio sogno era una casetta in campagna dove allevare oche, rose e , se fossero arrivati in qualche modo, anche non miei, bambini... lo dicevo sempre...
Ora che non ci sono nemmeno più i sogni da tenere stretti nel cuore, che farò?
Sto tentando di ricostruire una normalità accettabile giorno dopo giorno, ma mio marito è perennemente stanco e nervoso, ombroso e taciturno più del solito, le mie figlie lontano, il lavoro c'è ed è più impegnativo di prima... a volte me ne vorrei andare, vorrei che esistesse il teletrasporto, sapete quello di star trek... anche se l'idea di far seminare nell'universo le mie molecole non è che mi entusiasmi... ^^
Comunque, mi sto coltivando sogni tutti nuovi, che costino pochissimo, che siano magari con un piede nella realtà.... e che mi aiutino ad andare avanti.

10 commenti:

Daniela ha detto...

Le tue parole stringono il cuore, posso solo dirti di non mollare, le cose lentamente dovranno tornare alla normalità...so che è difficile ma costringiti a trovare ogni giorno un piccolo motivo per sorridere. Per quanto riguarda tuo marito cerca di essere forte anche per lui. E' un uomo e forse questa situazione gli pesa ancor più che a te...Ti abbraccio davvero forte e vi auguro di tornare presto a vivere tutti quanti insieme. Ciao, Daniela

PuntoCroce ha detto...

Ciao carissima,
hai una forza incredibile, stai sostenendo te e la tua famiglia in questa situazione tragica...
Ti abbraccio forte, e abbraccio forte le tue bambine.
I sogni fanno bene al cuore e all'anima... ti auguro che si avverino (almeno i più importanti per te)
Un bacione
Maria Rosa

Elena ha detto...

Ciao, dolce dama, lo sai che noi donne siamo più forti e coraggiose degli uomini? Noi ci adattiamo meglio agli imprevisti... Cerca di comprenderlo, anche lui penserà a tante cose in questi giorni, solo che non riesce ad esternarli come fai tu.
Ti abbraccio forte, Elena

vanda ha detto...

Ciao sii forte lo posso solo immmaginare quello che provi (non provandolo di persona) se ti può aiutare continua a scrivere noi ti risponderemo così sentirai delle persone vicine pur essendo lonane un abbraccio forte anche a tuo marito gli uomini sono più deboli a presto Vanda

chiara ha detto...

Che posso dire? che, al di là delle cicatrici che tutto questo ti ha lasciato, sognare e volere un futuro migliore è giusto e lecito..io stessa ho mollato tutto proprio per inseguire un sogno..che è ancora lontano. Intanto gioisco delle piccole cose e lo fai e farai anche tu..datti tempo e dai tempo anche a lui di metabolizzare e tornare alla vita normale. Sono certa che ne uscirete più forti di prima
baciotto

Giovanni della Trinità ha detto...

Ciao sorellina, no sai che le donne reagiscono da donne e gli uomini da uomini?
Se tuo marito è taciturno e ombroso, pensa che nella sua mente adesso si accumulano tanti pensieri, interrogativi e dubbi. Restare, andarsene, come sarà il domani, quali certezze per la sua famiglia. Stagli vicina, ancora di più, questo è il momento in cui si vede quanto vale una coppia.
E se avete questa intenzione.... pensateci insieme, ma non troppo, perchè i sogni altrimenti diventano incubi e recriminazioni.
Se lo volete, ricominciate da un'altra parte.

Se vuoi qui c'è anche una casa già pronta, decidi tu, e tutta per te e la tua famiglia. In campagna, in pietra, con giardino e in un posto silenzioso nel verde dove potere anche ricominciare. La proprietaria è d'accordo.

Doveva essere per voi, qualora la vostra casa fose andata distrutta, ma quando ti chiamai per avvisarti mi dicesti che la tua era a posto. Ma questa è sempre qui.

Decidete come meglio credete, noi siamo a vostra disposizione. E anche per il lavoro.... non credo ci siano molti problemi qualora.

Un abbraccio caldo caldo.

Giovanni

Elena ha detto...

Ti sono vicina in questo momento della tua vita così doloroso, hai ragione sognare nn costa nulla, e fa un gran bene al morale, ti auguro che la serenità sia dietro l'angolo!
Ti abbraccio forte!
Elena

Patty ha detto...

Hai una forza ed un coraggio come pochi, ti sono vicina con il pensiero e ti auguro che i tuoi sogni si realizzino al piu' presto. Un'abbraccio grande.Patty

bettin ha detto...

guarda più di una volta mi sono trattenuta dal dirti ...ma perchè non vi trasferite?
Capisco che è più facile a dirsi che afarsi,ma senza le tue bimbe vicino ,senza il meritato riposo,non penso che la cosa possa durerà pe molto,ci sarà un crollo emotivo.....come se non ne avessi già sopportati tanti!!!!!ù
So che le mie sono solo parole e scusami se mi sono permessa di dirle,ma questa volta hai sognato ad alta voce eforse i tuoi sogni non ti tneva più aggrappata a quei posti.
Se sono stata indelicata .scusami,ma è veramnete pericoloso da Voi e quello ce avete passato ne è la prova....

bettin ha detto...

Poi ho letto anche il commento di Giovanni della Trinità.....è un treno da non lasciarti scappare,se poi ti ha detto che anche il lavoro non mancherebbe.....pensaci seriamnete...ti prego